Skip to main content

Numero 11 del 10 maggio 2024

Numero 4 | 4 febbraio 2024


Lotte contadine nel XXI secolo

E.M.
Johan Vollenbroek. Chi è costui? Forse una delle persone all’origine delle rivolte contadine che ormai dilagano in tutta Europa. Per saperne di più: https://www.agrifoodtoday.it/ambiente-clima/chimico-ambiente-olanda-contadini.html e si capisce l’inizio della storia. I media iniziano a seguirla nel marzo del 2023. Da alcuni mesi in Olanda (siamo nel secondo paese esportatore di prodott…

Un po’ di storia, qualche cifra, alcune informazioni sulla Politica Agricola Comunitaria

C.M.
La PAC rappresenta circa il 32% dell’intero bilancio EU, i fondi sono quindi costituiti dalle tasse dei cittadini europei. La PAC è stata introdotta nel 1962 e fino agli anni 80 ha assorbito più dell’80% del bilancio dell’allora CEE (oggi EU). La finalità iniziale è stata produrre abbastanza cibo per i cittadini europei, poi, avendo raggiunto problematiche sovrapproduzioni e conclamati impatti ambientali negativi (nitrati e atrazina nelle acque, perdita di biodiversità, inquinamento da pesticidi…), è stata strutturalmente riorientata e ridotta. Ora il concetto è (o dovrebbe esser…

Il coraggio di rallentare: perché la Città 30 è un’opportunità per i nostri territori

In questi giorni anche qui come nel resto d’Italia si è incendiato il dibattito sul modello Città 30, dopo l’effettiva entrata in vigore del nuovo limite a Bologna. Sui social leggiamo migliaia di commenti che iniziano con “secondo me”, e altrettanti che citano studi sulla presunta inefficacia della misura – senza averli però ben compresi. Da un lato, siamo abituati a considerare il nostro stare in strada in base solamente alla nostra esperienza, mentre non siamo abituati a pensarla come una scienza, che si basa su dati, evidenze, tentativi ed errori. Dall’altro, le nostre città e …

Nova Gorica Gorizia 2025. (Ri)cucire il diviso

La presenza di due unità urbane nello stesso territorio, attaccate una all’altra, pur divise da una frontiera, non è affatto un fenomeno presente solo qui. Nonostante questo, la divisione del territorio unito ed omogeneo con una linea di frontiera così artificiale, rende questo spazio comunque particolare. Non ci fu affatto la divisione della città in senso stretto (perché prima del conflitto ce n’era una sola), ma la divisione dell’intero territorio. La città gemella nacque solo dopo, in conseguenza della nuova realtà. La parte occidentale, compreso il centro urbano di Gorizia, ri…

La questione istituzionale friulana alla prova del neosovranismo “differenziato”

Quando parlo di questione friulana non mi riferisco ad alcuni elementi identitari che la caratterizzano, geografia, lingua, demografia, etc.: ma al tema di fondo che lega queste terre, oggi comprese nella Regione Friuli-Venezia Giulia e comprensive di Trieste, nella loro appartenenza ad uno stato costituzionale denominato Repubblica italiana. Le caratteristiche di tale collocazione sono oggi in discussione e il dibattito politico quotidiano, pur non godendo di alcuna fama popolare, ne sta progettando significative trasformazioni. Non è di per sè un male, anche se c’è chi vorrebbe a…

Comunità energetiche: pronti a partire anche nella Val Meduna

Il viaggio alla scoperta delle comunità energetiche rinnovabili della regione continua con l’esperienza della Cers – comunità energetica rinnovabile e solidale della Val Meduna, nata per iniziativa del Comune di Tramonti di Sotto che ha coinvolto nel progetto le amministrazioni di Tramonti di Sopra e di Meduno. Ce lo illustra Giampaolo Bidoli, consigliere comunale di Tramonti di Sotto e coordinatore del percorso costituente della Cers. Come è nata la vostra comunità energetica? «Nel 2022 il Comune di Tramonti di Sotto è venuto a conoscenza della campagna che Legambiente Italia, ins…

Iscriviti alla newsletter de Il Passo Giusto per ricevere gli aggiornamenti