Skip to main content
Nel bosco Baredi Aglio-Orsino il passo giusto
Foto di Gianni Fumi

Muzzana: quando si dice “valorizzare un patrimonio”


Natura 2000 è il principale strumento della politica dell’Unione Europea per la conservazione della biodiversità. È una rete ecologica diffusa in tutti gli Stati dell’Unione, istituita ai sensi della Direttiva comunitaria “Habitat” del 1992, per garantire il mantenimento a lungo termine degli habitat naturali e delle specie di flora e fauna minacciati o rari a livello comunitario.

Questa rete è costituita dai Siti di Interesse Comunitario (SIC), identificati dagli Stati Membri secondo quanto stabilito dalla Direttiva Habitat, che vengono successivamente designati quali Zone Speciali di Conservazione (ZSC), e comprende anche le Zone di Protezione Speciale (ZPS) istituite ai sensi della Direttiva comunitaria “Uccelli” del 2009 concernente la conservazione degli uccelli selvatici.

La Commissione, per diffondere la conoscenza della rete e dei siti e valori che la compongono ha istituito un apposito Premio Europeo Natura 2000, suddiviso in cinque categorie (conservazione dei terreni, conservazione marina, comunicazione, lavorare insieme per la natura, cooperazione transfrontaliera, vedi https://environment.ec.europa.eu/topics/nature-and-biodiversity/natura-2000-award/award-categories_en?prefLang=it&etrans=it ).

Dopo una selezione delle proposte i finalisti, per ognuna delle categorie, verranno premiati anche sulla base di un voto popolare che è aperto fino alle 23.59 del 25 aprile e i vincitori poi saranno annunciati a fine maggio in una cerimonia che si terrà a Bruxelles.

Puoi votare anche tu fino al 25 aprile

Fra i finalisti di quest’anno c’è l’Associazione culturale Artetica di Muzzana del Turgnano e il suo più recente programma di attività centrate sul patrimonio ambientale, sociale e culturale costituito dai boschi planiziali di Muzzana.

Questi boschi sono i resti più estesi (circa 300 ettari) dell’antica foresta Lupanica che si estendeva anticamente dalle rive del Livenza a quelle dell’Isonzo.

La loro storia è indissolubilmente legata a quella della comunità di Muzzana, a partire dalla donazione del 1366 con cui i conti Strassoldo assegnarono il bosco, con un contratto di enfiteusi, agli abitanti del paese.

Da allora costituiscono un bene civico, il cui sfruttamento e mantenimento nel corso dei secoli hanno costituito una fonte di sostentamento importantissima per questa comunità.

Da qui prende le mosse il progetto dell’Associazione culturale Artetica, nata nel 2006 e protagonista di innumerevoli attività in costante equilibrio tra la dimensione locale e quella globale: concerti, mostre, laboratori, convegni, presentazione e pubblicazione di libri, utilizzando normalmente anche la lingua friulana. Di particolare rilievo e successo Vino di Lei, ovvero le presentazioni in abbinata di libri e cantine del territorio realizzate nei cortili del paese, oppure R-esistenze, realizzata in collaborazione con ANPI e dedicata ad esplorare il filo rosso che lega la Resistenza al nazifascismo con le tante resistenze da mettere in campo per superare e risolvere quel che non va nella vita quotidiana.

Più recenti ulteriori iniziative, realizzate in partenariato con altri soggetti, fra cui Onde Furlane, per riscoprire e valorizzare vicende storiche e personaggi importanti per la cultura e l’identità di territori e comunità, dalle Lotte del Cormôr, l’indimenticabile sciopero alla rovescia del 1950 per il lavoro, alla poliedrica personalità di Giorgio Ferigo.

E si ritorna al bosco ed alla sua capacità di essere simbolo e creare identità con la costruzione, nel febbraio del 2023, del sito www.boschidimuzzana.it che parte da un progetto nato all’interno della comunità da appassionati e studiosi che frequentano abitualmente i boschi, come forma di valorizzazione “dal basso” del patrimonio forestale planiziale e degli habitat limitrofi, attraverso un’opera di sensibilizzazione e di comunicazione naturalistica e didattica. All’interno del sito si possono trovare informazioni di carattere generale, curiosità, sezioni specifiche su flora e fauna, storia, itinerari, materiale didattico per i più piccoli utilizzabile anche dagli istituti scolastici e una ricca libreria con oltre cinquanta titoli di articoli e testi scientifici da scaricare. I contenuti sono disponibili in tre lingue: italiano, friulano e inglese.

La conoscenza diventa tutela del bene comune e crea comunità

Come afferma Lorenzo Casadio, presidente di Artetica, «non è solo un sito web, ma si tratta di un progetto di comunità in cui gli abitanti di un luogo si auto-organizzano per meglio studiarne, promuoverne e difenderne la biodiversità. Creano una rete di condivisione, coinvolgono studiosi ed enti di ricerca, sensibilizzano le istituzioni. È un progetto per lo più autofinanziato e senza finalità di lucro, che vuole diffondere la conoscenza di questi luoghi, ma senza immediati obiettivi di promozione turistica.  Parte di questi boschi sono una proprietà collettiva: appartengono da secoli alla comunità di Muzzana, che storicamente ne ha tratto legname e cibo secondo gli usi civici. Il progetto si inserisce nel solco di questa tradizione, attualizzandone i contenuti, perché il valore in termini di sussistenza che il bosco ha avuto in passato ora si è trasformato in un valore soprattutto immateriale: come patrimonio paesaggistico, come scrigno di biodiversità e in funzione del suo ruolo di contrasto ai cambiamenti climatici».

È stata grande la soddisfazione quando il progetto di cui fa parte il sito boschidimuzzana.it è stato scelto tra i finalisti Premio Europa Natura 2000 nella categoria Comunicazione, ventisette progetti su centosette candidature da tutta Europa e uno dei due soli realizzati in Italia. Non è quindi per niente fuori luogo far sapere questo primo risultato e sollecitare anche un voto che dal Friuli sostenga il progetto. È sufficiente collegarsi a https://n2000citizenaward.eu/24065

Per ogni approfondimento diamo i seguenti indirizzi:

Informazioni sul premio:  https://environment.ec.europa.eu/topics/nature-and-biodiversity/natura-2000-award_en

Informazioni sui finalisti: https://environment.ec.europa.eu/topics/nature-and-biodiversity/natura-2000-award/natura-2000-award-meet-2024-edition-finalists_en

Informazioni sui boschi di Muzzana come area protetta dalla rete Natura 2000:  https://biodiversity.europa.eu/sites/natura2000/IT3320034

Iscriviti alla newsletter de Il Passo Giusto per ricevere gli aggiornamenti